Blog

Ca’ Soranzo Van Axel: una perla nel cuore di Venezia. Venezia, si sa, è una città non tanto grande: la parte insulare ha infatti una superficie molto limitata.

Eppure è talmente ricca di opere d’arte, di scorci insoliti, di singolari atmosfere, che non si finisce mai di conoscerla e di scoprirla.

Passeggiando nei pressi della Chiesa di Santa Maria dei Miracoli in questi giorni è possibile trovare aperto un portone rimasto chiuso molto a lungo: si tratta di uno dei due ingressi di terra del favoloso palazzo Van Axel, già Soranzo, il cui decennale restauro è stato recentemente terminato.
scopri di più arrow_forward
Venezia 74: la Mostra del Cinema. Dal 30 agosto al 9 settembre  si svolgerà l’attesissima Mostra del Cinema. Quella di Venezia è la prima mostra del cinema in assoluto al mondo: la prima edizione risale al 1932. Non è un caso: Venezia da sempre è pronta adaccogliere tutte le forme d’arte, anche le più nuove; soprattutto è sempre pronta a riconoscere l’arte nei suoi molteplici aspetti. Non dimentichiamo che fu sempre a Venezia che si organizzò la prima Biennale di Arte Contemporanea. Quando? Nel lontano 1895! E proprio nell’ambito della Biennale qualche decennio dopo nacque la Mostra d’Arte Cinematografica.
Bellissima la locandina della seconda edizione.
scopri di più arrow_forward
Giocare a nascondino con Damien Hirst a Venezia
Qual è la più curiosa, amata, odiata, esaltata, bistrattata mostra in circolazione in questo periodo a Venezia? È una mostra megagalattica, esagerata, oversize, strana, fantastica, fantasmagorica, creata, montata, smontata, inventata (ma dai, tutta, ma proprio tutta, inventata?). È impossibile ignorarla, impossibile non parlarne, impossibile non vederla. È l’evento dell’anno per l’arte contemporanea e non solo. Ed eccola qui, nelle due sedi di Palazzo Grassi e Punta della Dogana.
scopri di più arrow_forward
Continuiamo a giocare a nascondino con Damien Hirst a Venezia Nel mio precedente post (Giocare a nascondino con Damien Hirst a Venezia’) ho introdotto quella che appare come una delle mostre più avvincenti e spettacolari degli ultimi anni a Venezia, Treasures from the Wreck of the Unbelievable di Damien Hirst. Era solo un assaggio, in attesa di mostrarvi qualcosa di ancora più avvincente e ricco di citazioni colte.

Prendiamo ad esempio le varie teste di Medusa: eseguite nei materiali più pregiati quali la malachite, il cristallo di rocca, l’oro, il bronzo (questa versione a pezzi, come se trovata nel relitto affondato), sembran tutte uguali, ma son tutte diverse e bellissime, una copia della Medusa di Caravaggio… e torniamo a giocare con i rimandi alla storia dell’arte, alla copia e al fake.
scopri di più arrow_forward
Biennale di Venezia: bizzarrie lungo il Canal Grande Che ci fa un gorilla arrabbiato sulla finestra di uno degli hotel di lusso sulCanal Grande?  E quelle mani giganti che sbucano dall’acqua? E cos’è che brilla lì, in mezzo a un campo affacciato sul canale?

Queste sono alcune delle opere esposte lungo le rive del Canal Grande nel corso della Biennale.
 Sono completamente gratuite, visibili dal vaporetto, dal ponte dell’Accademia, dalla magnifica terrazza del  Fontego dei Tedeschi, dalle poche rive aperte sull’acqua. Potete quindi avere una visita guidata di Venezia utilizzando i mezzi pubblici, passeggiando o perdendovi nella nostra città.

La Biennale è anche questo: la possibilità di godere di grandiose, sotto molti punti di vista,  opere d’arte, che ognuno di noi può osservare e amare, fotografare e ammirare, senza dover  necessariamente  acquistare un biglietto.
scopri di più arrow_forward
Autunno a Venezia: torna l’acqua alta Anche quest’anno è giunto l’autunno, che porta con sé i nuovi colori calditipici di questa stagione, le piogge, la nebbia… Anche a Venezia si respira un’atmosfera diversa da quella estiva, spesso meno tersa e folgorante, ma sempre suadente. scopri di più arrow_forward