Blog

La Festa del Redentore in cucina Si avvicina la Festa del Redentore, una celebrazione a cui i veneziani non rinuncerebbero per tutto l’oro del mondo.

A parte la processione sul ponte di barche e il ricordo mai dimenticato della peste, il Redentore è, e resta, una delle feste popolari più belle e sentite, una festa di appartenenza, comunità, condivisione e magia.
scopri di più arrow_forward
La Festa del Redentore a Venezia: una bella serata di Guided Tours in Venice a casa di Marialaura. La festa del Redentore è una delle nostre feste preferite, e sicuramente è una delle più sentite a Venezia, indipendentemente dalla religiosità di ciascuno.

Nel 1576 Venezia fu profondamente scossa da una terribile epidemia di peste, durante la quale perirono decine di migliaia di persone. La Signoria della Repubblica Veneta decise pertanto di edificare una chiesa votiva e di dedicarla al Santissimo Redentore non appena la pestilenza fosse cessata. L’anno successivo, terminata appunto la calamità, si pose la prima pietra della nuova chiesa, nell’isola della Giudecca. L’architetto chiamato a realizzare il progetto fu il grande Andrea Palladio, che già aveva dato prova del proprio incredibile ingegno nella realizzazione di diversi edifici religiosi in città, in particolare con l’edificazione della perfetta chiesa di San Giorgio Maggiore.
scopri di più arrow_forward
Arte contemporanea: Artisti Russi espongono a Palazzo Soranzo Van Axel, Venezia In occasione della 57. Biennale di Venezia molti padiglioni della mostra, nonché eventi collaterali, sono stati allestiti in stupendi palazzi veneziani, anticamente dimora di ricchi patrizi della Repubblica di Venezia. Si possono visitare, a volte gratuitamente, monumenti architettonici unici, che, oltre alle opere d’arte contemporanea presenti in questo periodo, offrono alla vista dell’ospite cortili insospettati, tracce di antichi coloratissimi affreschi,dettagli lapidei di squisita fattura. Vale proprio la pena aggirarsi alla scoperta di questi tesori, nel contempo assaporando il contrasto tra quest’arte antica e le opere modernissime poste in cotanta cornice. scopri di più arrow_forward Ca’ Soranzo Van Axel: una perla nel cuore di Venezia. Venezia, si sa, è una città non tanto grande: la parte insulare ha infatti una superficie molto limitata.

Eppure è talmente ricca di opere d’arte, di scorci insoliti, di singolari atmosfere, che non si finisce mai di conoscerla e di scoprirla.

Passeggiando nei pressi della Chiesa di Santa Maria dei Miracoli in questi giorni è possibile trovare aperto un portone rimasto chiuso molto a lungo: si tratta di uno dei due ingressi di terra del favoloso palazzo Van Axel, già Soranzo, il cui decennale restauro è stato recentemente terminato.
scopri di più arrow_forward
Venezia 74: la Mostra del Cinema. Dal 30 agosto al 9 settembre  si svolgerà l’attesissima Mostra del Cinema. Quella di Venezia è la prima mostra del cinema in assoluto al mondo: la prima edizione risale al 1932. Non è un caso: Venezia da sempre è pronta adaccogliere tutte le forme d’arte, anche le più nuove; soprattutto è sempre pronta a riconoscere l’arte nei suoi molteplici aspetti. Non dimentichiamo che fu sempre a Venezia che si organizzò la prima Biennale di Arte Contemporanea. Quando? Nel lontano 1895! E proprio nell’ambito della Biennale qualche decennio dopo nacque la Mostra d’Arte Cinematografica.
Bellissima la locandina della seconda edizione.
scopri di più arrow_forward
Giocare a nascondino con Damien Hirst a Venezia
Qual è la più curiosa, amata, odiata, esaltata, bistrattata mostra in circolazione in questo periodo a Venezia? È una mostra megagalattica, esagerata, oversize, strana, fantastica, fantasmagorica, creata, montata, smontata, inventata (ma dai, tutta, ma proprio tutta, inventata?). È impossibile ignorarla, impossibile non parlarne, impossibile non vederla. È l’evento dell’anno per l’arte contemporanea e non solo. Ed eccola qui, nelle due sedi di Palazzo Grassi e Punta della Dogana.
scopri di più arrow_forward