Blog

Una visita privata in barca lungo Canal Grande a Venezia

Le bellezze lungo il Canal Grande Visitare Venezia vuol dire venire a contatto con la sua natura come città nata e sviluppatasi sull’acqua. Il miglior modo per capire la sua vera identità è fare un giro privato lungo il Canal Grande, sul quale si affacciano i palazzi più belli di Venezia.
Il Canale ha la forma di una ‘S’ rovesciata, divide la città in due parti, è lungo quasi quattro chilometri e la sua profondità massima raggiunge i 5 metri.


Venezia a volo d’uccello (De’ Barbari, 1500)
I ponti
Lungo il Canale troviamo quattro ponti, fra cui il più maestoso ed antico è quello di Rialto: quando ci passeremo sotto, vi renderete conto della straordinaria ampiezza del suo arco.
La struttura attuale risale alla fine del XVI secolo, ma il ponte esisteva già a partire dal XII secolo ed era originariamente in legno. In un meraviglioso dipinto di Vittore Carpaccio oggi alle Gallerie dell’Accademia possiamo ammirare la versione quattrocentesca del ponte, con la parte centrale mobile per permettere il passaggio delle navi.
Il Ponte degli Scalzi, in pietra, ed il Ponte dell’Accademia, in legno, risalgono invece agli anni ’30 del XX secolo, mentre il Ponte della Costituzione, noto in verità come Ponte di Calatrava, dal none dell’architetto che lo ha progettato, è recentissimo, terminato nel 2008, tuttora al centro di svariate polemiche…


Ponte di Rialto
I Palazzi
Percorrendo il Canal Grande con un motoscafo privato vi indicheremo i palazzi più significativi, vi racconteremo la storia delle famiglie che vi hanno vissuto, vi faremo notare i differenti stili architettonici.
Le diverse architetture sono davvero interessanti: da quelle bizantine di Ca’ da Mosto, per esempio, a quelle gotiche, tra cui la famosa Ca’ d’Oro, rinomata per i marmi policromi della facciata: è questo il famoso stile gotico veneziano, lo stesso del ben più noto Palazzo Ducale in piazza San Marco.


Ca' d'Oro, dettaglio facciata

Notevoli sono poi i palazzi rinascimentali, come Ca’ Vendramin Caliergi (oggi sede del Casinò di Venezia), e Ca’ Corner Spinelli.
Arriviamo infine allo stile barocco di Ca’ Rezzonico, oggi museo del ‘700 veneziano.


Ca’ Rezzonico

Lungo le rive del Canale troviamo non solo arte classica, ma anche quella moderna e contemporanea, che possiamo ammirare all’interno di palazzo Grassi (collezioni di François Pinault) e di Ca’ Venier dei Leoni (Peggy Guggenheim Collection).

Lungo il Canal Grande si possono si possono ammirare anche due fonteghi (case-magazzino): quello dei Turchi e quello dei Tedeschi: cosa sono oggi? E quali erano le loro funzioni in passato?


Fontego dei Tedeschi
Le chiese
Anche le chiese che si affacciano sul Canal Grande sono interessanti: quella secentesca di San Geremia che ospita il corpo di Santa Lucia, protettrice degli occhi e della vista; San Stae, del ‘700, decorata con statue barocche caratterizzate dai panneggi forse troppo pesanti e complessi.
La chiesa più maestosa lungo il Canal Grande è sicuramente la Madonna della Salute, costruita a partire dal 1631 su progetto dell’architetto Baldassarre Longhena, alla fine di una terribile pestilenza. È, insieme ad un’altra piccola chiesa nel sestiere di Cannaregio, l’unica che ha la sala interna a pianta circolare, con un meraviglioso pavimento marmoreo a centri concentrici.


Madonna della Salute

Ci sarebbe tanto altro da dire, per questo vi invitiamo a prenotare una visita guidata con un motoscafo privato lungo Canal Grande: sarà una bella occasione per conoscere la storia di Venezia, per rilassarvi e per fotografare le bellezze che scoprirete insieme a noi.

Contatti: info@guidedtoursinvenice.com